I CORRETTORI EPITELIALI

Il correttore è un cosmetico caratterizzato da una alta percentuale di pigmento ed è studiato per quelle particolari imperfezioni e discromie della pelle che un normale fondotinta non riesce del tutto ad eliminare.
Erroneamente spesso accade, che per coprire alcuni pigmentazioni molto evidenti , si applica una quantità eccessiva di correttore e di fondotinta, in questo modo il make-up sarà appesantito, instabile e quindi poco duraturo.
L’inestetismo non va coperto ma neutralizzato, per ogni inestetismo bisogna usare il colore specifico che lo neutralizzi, sfruttando il principio dei colori complementari [su_spoiler title=”COLORI COMPLEMENTARI” style=”fancy” icon=”plus-circle”]
I COLORI COMPLEMENTARI sono costituiti da tre coppie di colori che,se sovrapposti si neutralizzano l’uno con l’altro ma se affiancati,offrono il massimo del proprio risalto.

Ogni coppia di colori complementari è data da un primario e da un secondario ottenuto dall’unione dei restanti colori primari.

Ad esempio:

  • BLU (primario) e ARANCIO (secondario ottenuto da giallo+rosso)
  • ROSSO (primario) e VERDE (secondario ottenuto da giallo+blu)
  • GIALLO (primario) e VIOLA (secondario ottenuto da blu+rosso)   COMPLEMENTARI 2COMPLEMENTARI 1COMPLEMENTARI 3

Quindi riassumendo il BLU e l’ARANCIO sono complementari tra loro come lo sono il ROSSO e il VERDE ed anche il GIALLO e il VIOLA.

  • [dropshadowbox align=”left” effect=”raised” width=”autopx” height=”” background_color=”” border_width=”1″ border_color=”#e6aef6″ ]……se due colori che sono complementari tra loro si sovrappongono, si neutralizzeranno a vicenda poichè l’occhio umano non è capace di percepirli contemporaneamente, ma se sono affiancati l’uno all’altro si contrasteranno dando il loro massimo risalto.[/dropshadowbox]

(per approfondimenti leggi anche: teoria del colore)[/su_spoiler]

Il risultato finale della correzione quindi sarà la somma di due colori, ovvero il colore della discromia più il colore del correttore epiteliale che si è applicato; tali colori, essendo l’uno il complementare dell’altro si neutralizzeranno a vicenda .

I correttori sono disponibili in forma cremosa compatta e in forma fulida:

[dropshadowbox align=”none” effect=”raised” width=”auto” height=”auto” background_color=”#f4f8f4″ border_width=”0″ border_color=”#dddddd” ]

IN FORMA CREMOSA COMPATTA

Il correttore cremoso compatto è indicato per tutti i tipi di discromie ha una consistenza molto compatta ed un forte potere coprente, può essere facilmente miscelato con i fondotinta fluidi e cremosi.

In 12 colori si presenta

  • in stick
  • in cialda-vasetto
  • tavolozza
  • matitone

correttore colori

CORRETTORI STICK TAVOLOZZA CORRETTORI

[/dropshadowbox]

[dropshadowbox align=”none” effect=”raised” width=”auto” height=”auto” background_color=”#f4f8f4″ border_width=”0″ border_color=”#dddddd” ]

CORRETTORE IN FORMA FLUIDA

In alcuni casi e soprattutto in casi di pelle matura il correttore stick, se non sapientemente applicato, può mettere in evidenza i segni del tempo sopratutto nella zona contorno occhi.

In questi casi è consigliabile il Correttore Lifting poiché ha una consistenza più fluida rispetto a quello compatto; è indicato solo come copriocchiaie e non per neutralizzare discromie più evidenti.

Il Correttore Lifting garantisce oltre ad un lieve effetto tensore, anche un effetto levigato, setoso e naturale.

[/dropshadowbox]

 

 

APPLICAZIONE DEL CORRETTORE CREMOSO COMPATTO

Il correttore può essere applicato sia prima che dopo il fondotinta a seconda dell’entità dell’inestetismo.

  • DOPO IL FONDOTINTA:

I lievi inestetismi, vengono in buona parte attutiti già con una sola applicazione di fondotinta, sarà quindi sufficiente applicare il correttore solo sull’eventuale imperfezione che traspare dal fondotinta , applicando con pennellino e picchiettando poi con i polpastrelli sulla zona interessata in modo che correttore e fondotinta si amalgamino bene per evitare differenze di colore. [dropshadowbox align=”left” effect=”raised” width=”autopx” height=”” background_color=”” border_width=”1″ border_color=”#e6aef6″ ]…in alcuni casi applicando il fondotinta su tutto il viso ed anche sul contorno occhi, non vi è alcuna traccia di occhiaie, questo fattore oltre ad ottimizzare i tempi di trucco, garantisce un effetto molto naturale a tutto il make-up.[/dropshadowbox]

 

  • PRIMA DEL FONDOTINTA:

Se gli inestetismi sono molto evidenti, è necessario applicare il correttore prima del fondotinta picchiettando un po per volta soltanto sulla zona da correggere.
Una volta attenuato l’inestetismo, è necessario fissare il tutto tamponando, con il piumino di velluto, un velo di polvere di riso o fix-up in polvere, successivamente si applicherà il fondotinta picchiettando e facendo attenzione a non strofinare per non asportare la correzione appena fatta. Questo metodo è utilizzato sopratutto nel CAMOUFLAGE per la correzione di importanti inestetismi e anche di tatuaggi.

[su_tabs]
[su_tab title=”LE OCCHIAIE“] [su_animate type=”fadeInUp”]

Da non confondere con le borse, le occhiaie, a seconda del tipo di carnagione, hanno una colorazione che varia da un marrone grigio al verde oliva per le pelli olivastre scure, mentre per le pelli olivastre chiare e rosate le occhiaie hanno una colorazione livida violacea e in alcune zone bluastra.
Data questa ampia gamma di colorazione delle occhiaie  risulta difficile trovare un colore di correttore adatto per tutte le occhiaie, sarà necessario talvolta, miscelare alcune tonalità di correttore fino ad ottenere il giusto colore complementare adatto all’occhiaia.
Di istinto verrebbe di applicare su occhiaie scure e profonde un correttore molto chiaro, in questo modo le occhiaie non saranno per nulla neutralizzate ma addirittura evidenziate ed INGRIGITE.

  • Per le occhiaie olivastre, si miscela il correttore arancio n.10 con una piccola parte di correttore giallo n. 9 (rapporto 2 a 1).
  • Per le occhiaie livide e violacee si miscela il correttore stick giallo n.9 con una piccola parte di n.10 (rapporto 2 a 1).
  • Per le occhiaie marroni che non tendono al verde oliva o al viola, (il marrone non ha complementari ma risulta spento) si applica il correttore stick rosa pallido n. 11, aggiungendo se necessario, una piccola parte di correttore stick giallo n.9.
  • Per le occhiaie di lieve entità, i correttori stick dal color beige naturale n.2, 4 o 8.

Il correttore va applicato soltanto sull’occhiaia e non oltre con il pennello n.8 picchiettando poi con i polpastrelli  per far assorbire bene il prodotto.

Come già descritto precedentemente, il correttore può essere applicato prima o dopo il fondotinta a seconda dell’entità dell’occhiaia, l’importante è che non si avverta mai una netta differenza tra i due cosmetici.

Se il correttore viene applicato prima del fondotinta, una volta annullata l’occhiaia, è necessario fissare con un velo di polvere di riso con il piumino di velluto, avendo cura successivamente di tamponare e non strofinare il fondotinta sulla zona corretta per non cancellarla.

 

[/su_animate] [/su_tab]
[su_tab title=”PICCOLE IMPERFEZIONI MACCHIE E BRUFOLETTI “] [su_animate type=”fadeInUp”] Per le piccole macchie sulla pelle, come lievi brufoletti e macchie marroncine che non hanno forti dominanti di colore, si può applicare, dopo il fondotinta, i correttori stick n. 2, 3, 4, 5 e 6 a seconda della carnagione.
L’applicazione del correttore va fatta con un pennellino dalla punta molto piccola puntinando, per meglio  nascondere e  confondere l’inestetismo, è sconsigliato infatti applicare il correttore in modo ampio ed esteso (ciò lo renderebbe evidente). [/su_animate] [/su_tab]
[su_tab title=”LIEVI ROSSORI E ACNE “] [su_animate type=”fadeInUp”] Per i rossori di lievi entità visibili ai lati del naso in prossimità delle narici, per leggeri arrossamenti delle guance, e per lievi forme di acne si possono utilizzare  i correttori stick n. 2, 4 mentre per i rossori più scuri e tendenti al violaceo, è più  indicato il correttore n. 9 (la dominante beige giallo, attenua notevolmente i rossori ). [/su_animate] [/su_tab]
[su_tab title=”COUPEROSE“] [su_animate type=”fadeInUp”] La couperose è una discromia della pelle che si estende prevalentemente su guance e naso ed è caratterizzata da macchie ramificate di colorazione color rosso vivo e rosso violaceo scuro
In questo caso, prima di applicare il fondotinta è necessario applicare, soltanto sulle zone interessate con pennello o polpastrelli, il correttore  n.7 verde solo per i rossi vivi , e  il correttore n. 9 giallo per i rossori tendenti al violaceo scuro, successivamente si applica la polvere di riso senza strofinare, e poi il fondotinta dalla tonalità tendente al beige e mai rosata. [/su_animate] [/su_tab]

[su_tab title=”MACCHIE SOLARI“] [su_animate type=”fadeInUp”]

Le macchie solari sono causate da accumuli di melanina che stagnano nel tessuto cutaneo (sopratutto sulla zona labbro superiore) e sono caratterizzate da una colorazione marrone bruno tipo color caffè e talvolta tendente al marrone olivastro, in questi casi si può applicare il correttore n.11 (rosato) abbinato al n. 10 (arancio).

 

[/su_animate] [/su_tab]

[/su_tabs]

 

[dropshadowbox align=”left” effect=”raised” width=”autopx” height=”” background_color=”” border_width=”1″ border_color=”#e6aef6″ ]

PER DISCROMIE PIU’ IMPORTANTI ED EVIDENTI E’ NECESSARIO USARE LA TECNICA DEL CAMOUFLAGE

[/dropshadowbox]