Chiaroscuro Palpebrale-tecniche miste e aspetto correttivo-palpebra chiara e palpebra piena o scura


Il chiaroscuro o ombreggiatura palpebrale, successivo alla bordatura, valorizza la naturale forma degli occhi, evidenziandone le ombre mediante l’uso di matite, ombretti e talvolta anche con eye liner gel. Oltre all’aspetto decorativo, il chiaroscuro ha una funzione correttiva, può infatti:

  • modellare
  • dare forma
  • dare volume
  • correggere alcune imperfezioni geometriche

Sicuramente per molte persone può sembrare strano truccare un soggetto che ha gli occhi aperti, ma questo è l’unico modo per individuare la forma naturale dell’occhio per poi valorizzarlo al meglio.

 

Il chiaroscuro palpebrale può essere eseguito in due modi:

  • PALPEBRA CHIARA (aperta o chiusa)
  • PALPEBRA SCURA O PIENA.

La scelta dipende sia dal gusto/moda  che da necessità correttive.

PALPEBRA CHIARA (banana) PALPEBRA SCURA O PIENA

PALPEBRA CHIARA

Con la tecnica “a palpebra chiara”, la palpebra mobile, viene messa maggiormente in risalto con colori chiari e luminosi (per questo comunemente denominata “banana”), mentre la naturale piega o incavo della palpebra fissa viene intensificata con tonalità scure.

Questa tecnica richiede comunque una pelle giovane e distesa, ed è particolarmente indicata per ingrandire occhi piccoli e infossati ma non è molto indicata nei casi di occhi tondeggianti, sporgenti, cadenti e con palpebra cadente e matura.

L’ombreggiatura può essere fatta lungo tutta la piega palpebrale dalla parte più interna fino alla parte esterna per valorizzare al massimo la forma degli occhi, ma se tale ombreggiatura viene accentuata solo nella zona interna o solo nella zona esterna, si possono avere interessanti effetti anche correttivi.

 

 PALPEBRA CHIARA-OMBREGGIATURA INTERNA

 

 

L’ombreggiatura dell’incavo in prossimità dell’angolo interno porta attenzione e risalto all’asse centrale verticale del viso ed è particolarmente indicata nei seguenti casi:

  • Per avvicinare occhi distanti tra loro.
  • Nei visi larghi e piatti (tipo viso asiatico).
  • In caso di naso largo e schiacciato (tipo viso asiatico e afro-americano)

E’ sconsigliato invece nei seguenti casi:

  • Occhi troppo vicini.
  • Occhi infossati.
  • Viso stretto e lungo.
  • Naso lungo e importante.

PALPEBRA CHIARA-OMBREGGIATURA ESTERNA

 

L’ombreggiatura dell’incavo in prossimità dell’angolo esterno è particolarmente indicata nei seguenti casi:

  • Occhi troppo vicini tra loro.
  • Occhi piccoli e infossati.
  • Naso e viso troppo stetti e lunghi.(il naso particolarmente lungo, tende ad avvicinare molto gli occhi).

Palpebra chiara “aperta”

La palpebra chiara può essere prolungata verso l’esterno e creare un netto “spazio aperto” tra la bordatura ciliare e la piega dell’occhio.

Questa tecnica è particolarmente indicata in caso di occhi piccoli e o troppo vicini.

Il risultato finale è un immagine elegante e sofisticata.

Se eseguita con forti contrasti può essere di forte impatto sia visivo che fotografico e  può  allo stesso tempo creare un immagine artefatta e costruita.

PALPEBRA SCURA O PIENA

Con la tecnica “a palpebra scura o piena”,  tutta la palpebra mobile  , viene scurita dall’angolo interno fino a quello esterno iniziando dalla bordatura ciliare, e continuando in su verso la piega o incavo della palpebra fissa sia in senso verticale che in senso orizzontale (verso su per la palpebra superiore e verso giù per la rima ciliare inferiore.

Questo tipo di trucco denominato smokey eyes, a differenza del trucco con la palpebra chiara (aperta e chiusa), risulta più naturale e sensuale e meno sofisticata e costruita. Per un effetto più intenso e profondo, si può applicare il kajal all’interno della rima ciliare inferiore e superiore.

Aspetto correttivo del chiaroscuro a palpebra scura

Scurendo solo tutta la palpebra mobile si avrà solo un effetto di maggior profondità (riduzione del volume della palpebra nei casi di occhi sporgenti) mentre se si sfuma anche verso l’esterno, si otterrà un notevole ingrandimento dell’occhio.

 

Questa tecnica, quindi può essere di valido aiuto per:

  • rimpicciolire occhi molto sporgenti e occhi tondeggianti
  • appiattire palpebre pesanti e non più omogenee tipico delle pelli mature.

Non è molto indicata nei casi di:

  • Occhi piccoli e infossati (poiché lo scuro rimpicciolirebbe ulteriormente l’occhio).
  • Occhi troppo vicini e naso troppo evidente.

Informazioni su diego avolio

Ciao sono Diego Avolio l'autore del Manuale Trucco Cinecittà! Mi occupo da 27 anni di make-up Professionale per Cinema e TV. Ringrazio l’Azienda Cosmetica Phitofarma “CINECITTA’ MAKE-UP” che mi ha permesso di trasmettere tutto ciò che ho imparato nel make-up in questi anni in questa guida che oggi viene utilizzato come strumento didattico durante i miei corsi di trucco.